Condivido la relazione che ho tenuto al 52° congresso SIFEL dedicata all’invecchiamento vocale. E’ una riflessione che rende onore agli Stones e alla loro voce solista Mick Jagger, grande interprete ed esempio di vitalità e dedizione al rock.

In essa analizzo come questo straordinario cantante sia evoluto nella propria arte, conquistando una padronanza eccezionale del corpo e della voce, potendo arrivare in piena forma vocale alla vecchiaia, attuando un regime di risparmio.

Meraviglioso è come l’energia della voce ci giunga inalterata (anzi, direi quasi potenziata)  attraverso il tempo e come, con modalità diverse ma a molto a minor costo, Jagger sappia interpretare la vena di rabbia e  di disperazione che la canzone porta in sé.

Nei video: la relazione come lezione in power point parlato e i live dei due concerti, tenuti nel 1966 e nel 2006.