La laringe infantile è un organo dotato di caratteri particolari che occorre tenere presenti quando si deve interpretare la portata di un processo infiammatorio che la coinvolga. A differenza della laringe adulta, quella dei bimbi è  capace di gonfiarsi anche per minime patologie e più un bimbo è piccolo, più il rischio di un richiamo di liquidi nella sottomucosa (edema) è alto, con conseguente rischio di ostruzione delle vie aeree.

Non sottovalutiamo quindi una tosse insistente nei piccolissimi, il controllo medico deve essere richesto in tempi brevi e allarmiamoci se “vediamo” tossire il bimbo più che sentirlo tossire o se sentiamo rumori mentre inspira. Il pronto soccorso è sempre la risposta.

Un tosse irritativa deve essere evitata e, se presente, anche se  non allarmante, curata subito. Umidifichiamo la camera dove il piccolo dorme, seguiamo le indicazioni del pediatra nella somministrazione di farmaci, in caso di tosse notturna insistente, portiamo il bimbo nella stanza da bagno, lasciamo correre l’acqua calda della doccia e lasciamo che respiri i vapori.

 

 

 

Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone